Siamo qui per il nostro quarto appuntamento con il Diamante!

Oggi studieremo un’altra delle sue celebri “4 C“, ossia i quattro componenti principali della sua bellezza e struttura : la Purezza.

La Purezza

Poiché i diamanti si formano in profondità all’interno della terra, sotto estremo calore e pressione, contengono spesso impurità uniche, sia interne (inclusioni) che esterne (imperfezioni).

Sono stati riconosciuti all’interno dei diamanti numerosi minerali tra i quali i più ricorrenti sono l’olivina, i granati, lo spinello, l’enstatite, l’ilmenite e la magnetite. Essi si sono rivelati molto importanti per le informazioni che hanno fornito sulla genesi del diamante. Se osservate all’interno di una pietra, certe inclusioni cristalline sono prova della sua origine naturale. Possono anche essere utilizzate per distinguere una pietra da un’altra. Inclusioni orientate indicano direzioni cristallografiche e possono esser d’aiuto al tagliatore. La purezza del diamante si riferisce all’assenza di queste inclusioni e imperfezioni.

Normalmente vengono considerate inclusioni o caratteristiche interne i cristalli anche puntiformi, le nuvole (gruppi estesi di elementi puntiformi), le fratture, le frange alla cintura che si aprono verso l’interno della gemma, le linee di struttura luccicanti, colorate o con piani di frattura, le tacche con annesse fratture dovute a colpi e, più in generale, tutto ciò che è all’interno o penetra all’interno del diamante. Per poter essere considerate e classificate nella scala di limpidezza, tutte queste caratteristiche devono però essere visibili con una lente a 10X da un operatore esperto in condizioni di luce standard.

Ogni inclusione deve essere, controllata alla lente a 10X per determinarne la visibilità all’interno della gemma. Sulla base della esperienza personale, si attribuisce alla pietra in esame un determinato grado di purezza. Si tratta anche in questo caso di un giudizio soggettivo.

I diamanti privi di impurità sono rari e la rarità influisce sul loro valore. Utilizzando il GIA International Diamond Grading System ™, ai diamanti viene assegnato un grado di chiarezza che va da impeccabile (FL) a diamanti con inclusioni evidenti (I3). Ogni diamante è unico e nessuno è assolutamente perfetto con ingrandimento 10 ×, anche se alcuni si avvicinano.

Conosciuti come diamanti impeccabili, sono eccezionalmente rari, tanto che la maggior parte dei gioiellieri non ne ha mai nemmeno vista uno.

Nel seguente appuntamento affronteremo la quarta delle famose “4 C” del diamante: il Carato!

Arrivederci alla prossima settimana!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi